Apple testa tecnologia 5g

La tecnologia mobile è in continua e costante evoluzione. In questi giorni la compagnia Apple sta iniziando a testare anche su iPhone la nuova rete di dati mobili di quinta generazione in uno studio vicino alla propria sede in California, rilasciando anche un’applicazione contenente la licenza di prova di questa nuovissima tecnologia wireless e resa pubblica dalla FCC (Federal Communications Commission).

La rete 5G sarà infatti in grado di aumentare radicalmente le potenzialità e la velocità del traffico dati alla quale siamo abituati al giorno d’oggi. Possiamo solamente immaginare come potrebbe essere viaggiare ad una velocità maggiore, anche perché l’attuale 4G non risulta per niente lento, ovviamente in base alla zona in cui vi trovate o all’operatore che utilizzate. Il 5G riuscirà a coprire nuovi territori e zone che al momento sono difficilmente raggiungibili.

Apple afferma inoltre, con questo nuovo progetto, di valutare accuratamente le prestazioni attuali del collegamento tramite cellulare per cercare di ottimizzare al meglio quella che poi sarà la futura 5G a sostituzione della precedente; sperimenterà la propria tecnologia prima, come già detto, in California e successivamente nella prima sede della società a Mariana Avenue. La larghezza delle bande sarà di 28 GHz e 39 GHz approvata già dall’FCC per uso commerciale, lo scorso anno, e la tecnologia utilizzata è prodotta da Rohde & Schwartz, Analog Devices e A.H.Systems che la compagnia testerà numerose volte e con cura per poter avere una visione più chiara di questo nuovo 5G.

Ricordiamo inoltre che la tecnologia del telefono cellulare trasmette dati su onde radio che hanno frequenza diversa a seconda del tipo di segnale elettromagnetico, e più aumenta la frequenza più è piccola la lunghezza d’onda corrispondente, in teoria, e l’onda in millimetri gamma è proprio significativa per la tecnologia di rete 5G, poiché permette di fornire una capacità di dati superiore a quella attuale. Il rilascio del 5G non è ancora definito, e ci saranno molti test da attuare, ma se Apple riuscisse a mettere le mani per prima su una novità come questa, potrebbe di certo riuscire a surclassare i suoi competitors che cercano in tutti i modi di stare sempre al suo passo sul mercato, e sorprenderci ancora una volta con tecnologie inaspettate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *